15 febbraio 2014


La Sapa di Mosto 


La sapa di mosto


La sapa di mosto e' un ingrediente per dolci che viene fatto col mosto 
spremuto dalla diraspatrice, che non ha ancora cominciato la fermentazione.
La sapa e' prettamente un ingrediente per dolci, ma c' e' anche chi la consuma
come una marmellata, qualche cuoco avventuroso l' ha provata sulla carne arrosto
o sulla selvaggina, ma non e' una ricetta tipica della Sardegna. 

La sapa si otiene per bollitura a fuoco lento del mosto per almeno 12 ore,
si usa come addensante la mela cotogna, qualcuno metteva anche altri frutti simili,
ma questo puo' alterarne il sapore. Durante la bollitura la nostra quantita' di
mosto deve perdere l' 80% del suo peso, deve addensarsi quasi come la
marmellata, di conseguenza gli zuccheri del mosto aumenteranno di densita e
sara' sempre piu' dolce.

Vista l' energia termica richiesta per raffinare 10 kg di mosto la sapa ha
un prezzo molto alto in tutta la Sardegna e in tutte le stagioni.

2 commenti:

  1. Appropositodella Sapa di mosto, oltre che ingrediente per dolci e' usata anche preparare ''Su Trigu Cottu'', un dolce fatto di grano bollito, sapa, e qualche aroma, che viene preparato il 31 dicembre, si mangia come buon auspicio per difendersi durante l' anno dalle malatie, si somministra sia alle persone che agli animali, fino agli anni 60 veniva somministrato anche ai buoi ed alle mucche... (precisiamo che fino agli anni 50 il giogo dei buoi veniva usato come trattore dai contadini). Sulla tradizione de ''Su Trigu Cottu'' torneremo in saguito...

    RispondiElimina
  2. Negli anni scorsi a Pabillonis, grazie all' impegno di qualche persona anziana ed in questi anni a Gonnosfanadiga (due centri del medio campidano), si consuma il rito '' de su trigu cottu'', il grano cotto con la sapa come precedentemente spiegato; si consuma ancora come buon auspicio e prosperita' la notte del 31 dicembre o la mattina dell' 1 gennaio.

    RispondiElimina